Cupra Marittima. Inaugurato il nuovo archivio storico

Publicado el: 25/02/2012 / Leido: 4716 veces / Comentarios: 0 / Archivos Adjuntos: 0

Compartir:

Cupra Marittima. Inaugurato il nuovo archivio storico

L"archivio storico di Cupra Marittima da ora ha nuova vita e i suoi documenti una nuova luce grazie al progetto"Memorie di Carta" promosso dalla Provincia di Ascoli Piceno. Il lavoro è iniziato nell"aprile 2011 e ha visto Allegra Paci, archivista incaricata dalla Provincia, mettersi all"opera per permettere da oggi di usufruire della memoria storica del nostro paese.

Il risultato, ovvero due stanze all"interno del Museo del Territorio a Marano, è stato presentato durante il pomeriggio di venerdì 24 febbraio presso la chiesa Santa Maria in Castello. Presenti all"evento il sindaco Domenico D"Annibali, l"assessore alla cultura Luciano Bruni, il presidente della Provincia Piero Celani, l"assessore provinciale alla cultura Andrea Maria Antonini, Ottavio Medori Consigliere di amministrazione Fondazione Carisap, Laura Capozzucca del servizio cultura della Regione Marche, Andrea Martinelli coordinatore del progetto"Memorie di Carta", il dirigente scolastico dell"Isc di Cupra Valter Laudadio e, appunto, Allegra Paci.

Grazie al progetto della Provincia, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e dalla Regione Marche, sono state messe in relazione potenzialità culturali di tutto il territorio. In questo modo non solo si è pensato al recupero di memorie che rischiavano di andare perse, ma si è pensato anche a far lavorare giovani professionisti preparati in materia.

Ha affermato il sindaco: «Ora tutti potremmo attingere alle fonti storiche che riguardano il nostro Comune, informazioni che finalmente hanno un ordine».

Ha proseguito Celani: «Questo è il risultato di una progettualità diffusa che mira a preservare le radici del nostro territorio. Ó bene dunque iniziare a sensibilizzare i ragazzi su quanto siano importanti le fonti storiche, informazioni che ora hanno a disposizione in modo pratico».

«La riorganizzazione dell"archivio" ha aggiunto Bruni" era un intervento necessario, poiché sono con una corretta catalogazione è possibile mantenere e tramandare la memoria».

«Questo tipo di operazioni" ha sottolineato Antonini" sono preziose anche se non sono tra le opere più visibili, si tratta di un lavoro prezioso e silenzioso i cui frutti vengono raccolti con il tempo, ecco perché abbiamo voluto promuovere"Memorie di Carta"».

La Paci, che si è occupata materialmente di riordinare e catalogare l"archivio, ha spiegato: «La situazione di partenza dell"archivio storico di Cupra era disastrosa, anche perché il materiale ha subito diversi traslochi, in particolare poi, negli anni in cui si trovava nel Palazzo Municipale di Piazza della Libertà, le stanze sono state occupate dai soldati polacchi durante la Seconda Guerra Mondiale. Inevitabile perciò che abbia subito danni significativi. Ora le informazioni sono ordinate e facilmente consultabili, anche se necessiterebbe di un ulteriore intervento poiché le operazioni di recupero sono arrivate fino agli anni intorno al 1940».

A tale proposito Antonini ha aggiunto che la Soprintendenza Archivistica stava già pensando a considerare un secondo intervento su Cupra Marittima.

A concludere la presentazione è stato un piccolo intervento musicale della musicista Marina Mariani al flauto e la relazione di Laudadio sull""Evoluzione autonomistica del Comuni della Marca Meridionale nel secoli X" XII" Successivamente i presenti si sono recati nella sede del nuovo Archivio storico, che sarà aperto ogni lunedì dalle ore 9.30 alle 12.30 per il taglio del nastro.

Publicado el: 25/02/2012 / Leido: 4716 veces / Comentarios: 0 / Archivos Adjuntos: 0

Compartir:
Dejar comentario

Comentarios